ROBERTA CONTIERO



"Creazione metafisica"_ ROBERTA CONTIERO

ROBERTA CONTIERO_ Padova - Italia

titolo: " Creazione metafisica "

anno:  2016
dimensioni: cm 76 x 85 h


"Luce e colore 3"_ ROBERTA CONTIERO

ROBERTA CONTIERO_ Padova - Italia

titolo: " Luce e colore 3 "

anno:  2020
dimensioni: cm 61 x 79 h


ROBERTA CONTIERO
Padova - Italia

ROBERTA CONTIERO

BIOGRAFIA

Roberta Contiero nasce a Padova nel 1965. Si diploma all’Istituto d’arte “Michele  Fanoli” e si laurea al “Dams” di Bologna in discipline artistiche.

Successivamente approfondisce la sua ricerca artistica frequentando corsi che spaziano nelle diverse  tecniche pittoriche. Lavora nel campo dell’illustrazione e della decorazione a Padova e Milano presso “Maimeri” Spa.

A Torino lavora per lo studio di Architettura “Deltasolar”, dove realizza complementi d’arredo.

Nel 2000 si trasferisce per tre anni in Messico dove lavora nel campo della decorazione d’interni. Qui partecipa ad alcune collettive ed espone in diverse gallerie. Inoltre approfondisce la conoscenza della tradizione del muralismo che apporta una nuova modalità nel suo linguaggio pittorico.

In Italia dal 2004 continua la sua ricerca e incrementa la collaborazione con artigiani e professionisti.

Nel 2005 collabora con lo studio di progettazione d’interni “Geometrie”

Dal 2007 tiene dei corsi sulle tecniche pittoriche e conduce alcuni laboratori espressivi con cooperative sociali come “Magnolia” e  “Germoglio”.

Conduce il laboratorio di murales nell’ambito del “Progetto educAzione” in collaborazione con il Comune di Padova presso l’associazione “Casa Azzurra”.

Realizza progetti didattici con alcune scuole per la realizzazione di murales. Realizza laboratori per gruppi di persone con disabilità all’”OPSA” di Padova e con adolescenti del Servizio di Neuropsichiatria.

Ha frequentato per vari anni la “Scuola di Iconografia di San Luca” realizzando varie icone. Frequenta i laboratori di Xilografia del maestro Andreas Kramer. E’ membro di associazioni artistiche e culturali come “Xearte” e “UCAI”

In questi anni ha esposto in mostre personali e collettive presso strutture pubbliche e private. Ha partecipato a concorsi artistici conseguendo vari riconoscimenti.
 



IL PUNTO DI VISTA DELL’ARTISTA

" Un intento di ricerca caratterizza il mio modo di intendere l’arte. L’opera in sé non è mai stata per me un punto di arrivo bensì una tappa di un percorso che pone l’attenzione sul fare artistico.

In effetti nel corso del tempo il mio modo di intendere il fare arte si è notevolmente trasformato. Inizialmente è stata una risposta legata a quella che Kandinsky definisce “la necessità interiore” dell’artista, incentivata anche dalla contemporanea attività di laboratori espressivi. Successivamente sono andata tralasciando la volontà di comunicare la soggettività per porre l’attenzione “sull’accadere” dell’arte.

Dagli interrogativi sul mio proprio essere nel mondo a una ricerca sull’origine della forma che ha bisogno dell’uomo come strumento per diventare opera d’arte. In questo modo, lo stesso dar forma è scoperta. Realizzando un’opera scopro nuovi rapporti tra le cose e posso dar vita a una relazione con il mondo. Nasce così un’opera che con il suo apparire ha modificato la realtà esistente. Il mio intervento si limita a partecipare a una relazione che si è già instaurata.

Il processo creativo che rende possibile il concretizzarsi di un’opera avviene per un impulso iniziale che determina un orientamento, ma è l’opera stessa, nel suo rendersi presenza e quindi relazione, a suggerire i passi successivi e l’approdo a cui vuole arrivare."

R.C.