presenta







 

Organizzazione e ideazione dell’evento
VENICE ART SPACE_ AGH.aps

Art Director -Project Manager
FABIO FACCHINETTI



Committente
ASSOCIAZIONE SANTO STEFANO PORTOSECCO – PELLESTRINA VENEZIA

 



Nome Evento
PREMIO ARTE PELLESTRINA _ P.A.P.2019

Tipologia Evento
CONCORSO D’ARTE

Luogo dell’evento
PELLESTRINA LOCALITA’ PORTOSECCO - VENEZIA

Data dell’evento
10 AGOSTO 2019



Patrocini
COMUNE DI VENEZIA – REGIONE VENETO


PREMIO ARTE PELLESTRINA 2019


 

PREMIO ARTE PELLESTRINA 2019
PREMIO ARTE PELLESTRINA 2019


Sponsor & Partner
PAP.2019_PREMIO ARTE PELLESTRINA


Sono i partner pubblici e privati che, con il loro contributo virtuoso da veri mecenati del nuovo millennio, hanno reso possibile l’organizzazione del 1° Concorso Premio Arte Pellelstrina. È solo tramite il loro apporto, congiunto alla lungimiranza dell'Associazione Santo Stefano Portosecco, che il Concorso d'Arte PAP.2019 è diventato realtà. Questo Concorso d'Arte che abbiamo voluto dedicare all'isola di Pellestrina, ha la volontà di accogliere anno dopo anno le sfide del futuro, senza mai venire meno a quei presupposti di qualità che vogliono essere l'identità del Premio Arte Pellestrina .




Pellestrina ...quando la vedi ti innamori.

Tredici chilometri di lunghezza, larga 210 metri, ma con calli e campielli, rivalità di quartieri e passione per le regate, l'isola di Pellestrina è una versione in miniatura della Venezia verace e popolare.

E' un piccolo mondo dove si vive ancora all'antica, tra ritmi lenti e l'eterno rito delle "ciacole".

... Un posto speciale da scoprire ...

Quando si approda il colpo d'occhio è straordinario.

Due file di case e di sandali a formare una cerniera tra terra e acqua, punteggiata dai casoni di pesca.

Con le variopinte facciate delle abitazioni, alte non più di due o tre piani e tutte rivolte verso la laguna, l'effetto Lego è garantito e fa apparire Pellestrina un'isola-giocatolo: una minuscola striscia sabbiosa, circa 13 chilometri di lunghezza e da 25 a 210 metri di larghezza, estesa verso il mare per circa tre, quattro chilometri.

L'isola è una sola e conta circa 5.000 abitanti. Però è divisa in tre borghi: Portosecco, San Pietro in Volta e Pellestrina.

Qui tutto rimanda alla Venezia più popolare. Dai sestieri al rito eterno dello spritz, l'aperitivo locale, vino bianco spruzzato di Campari o Aperol. Dal labirinto di calli, sotoporteghi e campielli al ciacolar dei pescatori che fanno comunella al Bar Perla. Fino alla passione per le regate storiche e al mito dei grandi campioni e maestri di remo.

Non ci sono alberghi né strutture ricettive. Le trattorie si contano sulle dita di una mano.

La più nota è Da Celeste, storica trattoria locale dove si gustano pesce freschissimo, crostacei e frutti di mare in abbondanza: " perchè l'oro nero dell'isola sono le cozze, i peoci come si dice in dialetto.

E tra aneddoti, ricordi e curiosità: l'attrattiva di un tour in laguna, come turisti o semplici passeggeri, alla scoperta del mondo della pesca e delle sue prelibatezze ... e poi un momento dedicato al gusto della tavola con il pesce appena pescato e cucinato dagli stessi pescatori.

... La vita che imita l'arte ... 

Pellestrina: l'isola dei pescatori ... ma non solo ...

Il merletto veneziano: una occupazione tanto amata dalle donne che continua a vivere per il rispetto del passato.

La lavorazione del merletto nell'isola di Pellestrina è documentata fin dalla metà del XV secolo.

Le donne, ancora oggi, ricamano i loro pizzi e viene voglia di sedersi accanto a una delle ultime merlettaie e farsi raccontare la tradizione di quest'arte secolare, tipica dello specchio lagunare.

Tramandata di madre in figlia, questa antica arte continua a creare, attraverso le mani di esperte merlettaie, opere di straordinarie e raffinata bellezza.

 

... I Murazzi e .... Ca' Roman ...

All'estremità meridionale dell'isola si può ammirare il lungo cordone dei murazzi settecenteschi che separano il Mar Adriatico dalle acque lagunari: baluardo contro le mareggiate, pietra d'Istria alternata a fregi, lapidi e capitelli.

Mentre lo sguardo spazia tra mare, laguna e silenzi infiniti, all'orizzonte L'Oasi naturalistica Ca' Roman, quaranta ettari di spiaggia, macchia e dune selvagge, dove sono possibili interessanti osservazioni faunistiche.

E da lì si avvista Chioggia, con la sua animazione e le sue attività portuali, lontana solo un tiro di schioppo !

 

... Come raggiungere l'isola ...

Si può andare a Pellestrina da Venezia tramite trasporti pubblici: autobus e vaporetto.

- Partenza dal Lido di Venezia con autobus della linea 11 actv


"Pellestrina_ Una Perla dell'Adriatico"

PELLESTRINA UNA PERLA NELL'ADRIATICO DAL 400 A.C. FINO AL 1800
Don Stefano Nardelli e Giorgio Vianello
Casa Editrice el sqero

Gli autori con questo libro sperano di integrare la conoscenza dei lettori sull'isola di Pellestrina, dopo che scrittori sia antichi, come il Tentori e il Contarini, sia contemporanei hanno raccontato molti anni di storia di questo territorio. Hanno voluto infatti approfondire di più le origini, le usanze ai tempi della prima Veneta repubblica, i principi della nascita dei nostri Lidi, la loro estensione e morfologia, quindi l'evoluzione che si è avuta agli inizi con Albiola, Pastene e Pellestrina.
Va premesso che questo testo riporta i documenti che si sono potuti trovare negli Archivi  Storici dello Stato e negli Archivi Patriarcali di Venezia e Chioggia ma, nonostante la notevole documentazione raccolta, alcuni fatti storici, accaduti sul nostro territorio ai tempi delle guerre contro la Veneta Repubblica, vengono solo descritti.
Si può facilmente supporre, che l'esperienza archivistica ormai acquisita, che molte storie ancora nascoste possano essere strappate allìoblio, in quanto archiviate sotto altre fonti, e sarà nostra cura ricercarle con curiosità e impegno, in vista delle prossime pubblicazioni, volte a terminare la nostra storia su Pellestrina.